L’impegno per l’Iniziazione cristiana

image001

Prot. n. 12/13

Roma, 17 gennaio 2013

Alle Presidenze diocesane

Alle Associazioni parrocchiali

e p.c. Ai Consiglieri nazionali

Loro Sedi

 

Carissimi,

dopo il Convegno nazionale, che ha visto impegnati educatori dei gruppi Acr, Giovanissimi e Giovani in una riflessione dal titolo “Collaboratori della vostra gioia. La passione di educare insieme”, vi scriviamo per condividere con voi le intuizioni e le prospettive emerse dai convegni regionali promossi dall’Ufficio Catechistico Nazionale, durante i quali gli educatori di Azione cattolica hanno potuto dare il loro contributo vero, significativo e competente.

L'impegno Per L'Iniziazione Cristiana
L'impegno Per L'Iniziazione Cristiana
L'impegno per l'Iniziazione cristiana.pdf
242.8 KiB
243 Downloads
Dettagli...

In viaggio – Crescere da genitori per far crescere i figli

In_viaggio_fronteCalendario:

11 gennaio 2013
Può un adulto pieno di rabbia educare alla pace?
Dialogo con Maria Luisa Leombruni, psicoterapeuta

18 gennaio 2013
Genitori e figli, un legame fragile e prezioso
Spunti da condividere insieme

25 gennaio 2013
Per crescere un bambino ci vuole l’intero villaggio
Dialogo con Antonietta Brandani, psicologa

1 febbraio 2013
Anno della fede: credo la famiglia
Dialogo con Tania e Germano Salvatori, Resp. Ufficio diocesano di Pastorale per la Famiglia

Un regalo non convenzionale

Questo Natale arriva in un momento particolare della mia vita. Se è vero che ciò che viviamo porta a riflettere, ciò che matura in noi porta a delle scelte che prima non avremmo fatto. Poco più di un mese fa un incidente, poi risoltosi nel migliore dei modi, ha toccato mio marito. Il Signore ci ha preso per mano. Ci ha chiesto un affidamento totale, ma non ci ha mai abbandonato. Si è reso presente attraverso le persone che ci ha messo accanto, i miei genitori e amici che in quei momenti sono diventati preziosi. Apparteniamo ad un gruppo di famiglie di Azione Cattolica e mai come in quei giorni ne ho capito l’importanza e sentitone l’appartenenza. Ci hanno sostenuto con la preghiera facendoci sentire parte di qualcosa di più grande, accompagnandoci, certi che il Signore, che invocavamo con tutte le nostre forze, non ci avrebbe mai abbandonati. In questi giorni poi ci siamo tutti fermati attoniti davanti alla morte di una ragazza dell’età dei nostri figli. Che dire di fronte ad una sconfitta così grande, davanti ad un’adolescente che si toglie la vita. I nostri figli hanno cercato in noi conferme, rassicurazioni. L’hanno cercata negli insegnanti che sono stati loro vicini, parlandogli ed entrando nel loro vissuto facendoli sentire non solo alunni ma persone da ascoltare, confortare, sorreggere e rassicurare. Il mondo degli adulti si muove, si scuote e guarda a questi figli, anche se non propri come se lo fossero. Quello che abbiamo potuto dire loro è che non devono scoraggiarsi davanti alle difficoltà, ai dolori e soprattutto che possono e devono contare su di noi. Un genitore c’è sempre anche se a volte può non essere d’accordo con le loro scelte, non li abbandona mai. Li ama sempre. Possono e devono fidarsi e confidare in noi, sempre e comunque. Ma solo in noi? E’ questo che mi sono chiesta. Le nostre forze bastano? Ce la facciamo, anche noi, da soli a superare le delusioni e le prove che la vita riserva? Io no, io da sola non ci riesco. Ho bisogno di buttare nel Signore i miei infiniti limiti, i miei problemi. Questo è il regalo che in questo Natale voglio fare ai miei figli. Fargli capire che non sono mai soli, che noi non li lasceremo mai, che gli vogliamo bene e che il Signore non li abbandonerà mai. Abbiamo bisogno di segni e il mio per loro è l’appartenenza ad un cammino, l’appartenenza all’Azione Cattolica. Questo sarà il mio regalo di Natale. Un regalo strano forse, non un libro, un maglione, dei soldi, ma un segno. Il rinnovo della tessera di Azione Cattolica. Un segno con cui voglio rendergli presente la loro appartenenza ad una famiglia più grande che è la Chiesa e, ancora più vicina a loro, l’appartenenza all’Azione Cattolica. Se tutto intorno a noi ci spinge a tornare all’essenziale, per me l’essenziale è Lui e su Lui voglio scommettere. Luce ai miei passi è la tua parola o Signore e se dovessi lasciare una cosa sola ai miei figli è questo che chiederei per loro: la Fede. E’ questo che chiederei per me e per mio marito.

Elena
parrocchia Santa Caterina di Fermo

Prima convocazione diocesana in preparazione alla gmg 2013

Ciao !!! Ci siamo quasi… E voi ??

Siete pronti ??? SÌ ??? ….

… ecco allora l’invito ufficiale al 1° incontro diocesano del cammino di preparazione in vista della prossima convocazione diocesana delle Palme.

SABATO 10 NOVEMBRE, ore 18.00,

presso l’oratorio di San Domenico (Largo Maranesi, Fermo – c/o Piazza del Popolo),

la Vicaria di Fermo è felicissima di invitare tutti i giovani (delle superiori) della diocesi alla LECTIO DIVINA con l’Arcivescovo Conti sul tema dell’anno: “Andate e fate discepoli tutti i popoli” (Mt 28.19).

Sarà l’occasione per iniziare insieme un cammino che ci porterà a rivederci tutti il prossimo 23 marzo a Fermo, per la GMG 2013 diocesana! Sarà inoltre l’occasione per conoscere il programma degli incontri, appuntamenti, momenti di preghiera, riflessione, testimonianza e divertimento che ci accompagneranno da qui a marzo 2013.

NON MANCATE !!! E passate voce… al termine… CASTAGNE per tutti !!

 

Comunicato stampa: nuovo ciclo di incontri al Centro San Rocco

 

Centro San Rocco
www.centrosanrocco.it

info@centrosanrocco.it

 

 

SUL CRINALE DELLA STORIA. Ernesto BALDUCCI, venti anni dopo

Sabato prossimo il Centro Culturale San Rocco inaugura un nuovo ciclo di incontri della serie “Autori, libri, musiche” dal tema Testimoni del nostro tempo. Si tratta di quattro incontri per ricordare quattro personaggi del mondo ecclesiale e del mondo della cultura che ci hanno lasciato da qualche anno ma che continuano a far sentire la loro voce.

Il primo di questi incontri è dedicato a padre Ernesto Balducci morto esattamente venti anni fa in un incidente stradale. A ricordare Balducci interverrà Severino Saccardi, direttore di Testimonianze la rivista fiorentina fondata dallo stesso Balducci nel 1958. L’incontro è previsto per SABATO 10 le ore 17.30 presso la Sala San Rocco di Piazza del Popolo a Fermo.

Gli altri incontri sono dedicati a Carlo Maria Martini, Davide Maria Turoldo e Pino Trotta.

Ricordare in poche righe chi è stato padre Balducci credo sia impossibile se si pensa alla vastità delle sue esperienze vissute da protagonista, a partire dalla Firenze di Giorgio La Pira degli anni ’50 con il Cenacolo, i dibatti sul sostegno ai poveri, al diritto al lavoro, alla pace e al dialogo ecumenico e interreligioso, e per continuare nella Roma conciliare e post-conciliare degli anni ’60 che lo ha visto coinvolto anche nel dibattito sull’obiezione di coscienza al servizio militare. A noi piace ricordarlo, però, soprattutto per il contributo culturale dato negli ultimi dieci anni della sua vita a partire dalla cosiddetta “svolta antropologica”, cioè la presa di consapevolezza che l’uomo moderno violento non è in grado di sostenere i grandi cambiamenti in atto nella nostra epoca. Quello che Balducci auspicava era un umanesimo planetario

che rifondasse su basi più solide il rapporto tra l’uomo e il la Terra, il pianeta che stava distruggendo ma di cui ne ha la responsabilità. Già dai titolo dei suoi libri più famosi di quegli anni come Il terzo millennio (1981), L’uomo planetario (1985), Le tribù della Terra(1991) e La Terra del tramonto (1992) è facile intuire come il pensiero di Ernesto Balducci fosse realmente un pensiero profetico per i nostri giorni.

Convocazione equipe parrocchiale ragazzi ACR

Carissimi,

dopo il primo incontro avvenuto a Civitanova Marche eccoci di nuovo a voi.

Siamo certi che ormai tutte le parrocchie hanno avviato il proprio percorso di ACR e già programmato la prima fase…

La prima frase del Vangelo di Luca:“ Egli le accolse e prese a parlare loro del Regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure, scandisce benissimo il nostro ruolo di educatori nell’accogliere i ragazzi.

Anche l’Iniziativa annuale In cerca di autore” ci parla di un cammino in cui i ragazzi già nella prima fase, iniziano con il fare un percorso all’interno di se stessi per conoscere meglio le loro caratteristiche, riconoscono nell’ACR una comunità che li accoglie e li ama così come sono;  che comunica loro che il gruppo esiste proprio perché essi lo costituiscono e il ruolo di ognuno è indispensabile per tutti.

Essere protagonisti“, nella vita del gruppo certi di essere apprezzati ed ascoltati nei loro bisogni e nelle loro proposte, fa stare bene i ragazzi, insegna loro a porsi degli obiettivi a breve ed a lungo tempo ad assumersi le responsabilità delle loro scelte e della condivisione con gli altri  accettandone le conseguenze. Nello stesso tempo si sentono accompagnati ed aiutati in piccole e grandi imprese .

L’Equipe parrocchiale dei ragazzi, formata dai ragazzi eletti lo scorso anno e presentati al Vescovo in occasione della Festa degli Incontri, è uno strumento perché il protagonismo dei ragazzi possa meglio attuarsi: è un servizio dei ragazzi per i ragazzi, per il gruppo, e per l’Associazione tutta.

Attraverso questo importante strumento possiamo meglio accompagnarli alla scoperta di Gesù.

Per comunicare ai ragazzi la gioia di tutta l’Associazione, a partire dal Consiglio diocesano, per il compito così importante che si sono assunti e per accoglierli nella grande famiglia di responsabili nell’AC, vogliamo incontrare nella sede diocesana i componenti delle equipe parrocchiali il giorno

10 Novembre, sabato alle ore 15,30

accompagnati dagli educatori che li seguono nelle parrocchie.

Nell’ansiosa attesa dell’incontro vi ringraziamo per l’importante lavoro che fate per la vita dei ragazzi, che il Signore vi  benedica, siamo certi che Egli  moltiplica i frutti di ogni vostro impegno!

equipe Acr  e l’Assistente

Convocazione educatori settore giovani

Ai responsabili educativi e agli educatori giovani
e p.c.   ai responsabili associativi settore giovani
ai Presidenti parrocchiali
al consiglio diocesano

Carissimi,

dopo aver ripreso insieme il cammino associativo nel mese di settembre con l’incontro unitario di Civitanova, abbiamo ora di fronte un intero anno che vogliamo progettare come Settore Giovani.

Infatti, ci piacerebbe pensare con voi un percorso diocesano sullo stile degli incontri dello scorso anno sull’affettività, che sia l’occasione per creare unione tra i giovani dei vari gruppi parrocchiali, ma che possa essere anche strumento di supporto alle parrocchie per integrare il percorso dei gruppi con alcuni appuntamenti mirati su temi vicini alla vita dei giovani.

Perciò, vogliamo condividere con voi il prossimo incontro di equipe giovani diocesana, e

convochiamo

i responsabili educativi e gli educatori dei giovani

giovedì 15 novembre, alle ore 21:15

presso i locali della parrocchia di Santa Maria a Montegranaro

Nell’intenzione di chiudere l’incontro per le ore 23:15, raccomandiamo la massima puntualità.

L’equipe diocesana del Settore Giovani

Ritiro diocesano di Avvento per giovani ed adulti

Carissimi,

mentre il nuovo anno associativo è ormai entrato nel vivo, vogliamo ricordarvi un altro appuntamento importante  del cammino della nostra Associazione che ci aiuterà a “conformarci sempre di più a Cristo”:

il Ritiro Diocesano di Avvento per Giovani e Adulti.

E’ il primo dei cinque momenti diocesani del percorso unitario di formazione sul tema dell’ecclesialità.

“La Chiesa è il dono più grande fatto dallo Spirito all’umanità: attraverso il Corpo di Cristo la comunione trinitaria entra nella storia degli uomini e il Risorto prolunga la sua presenza tra noi. Questa coscienza ecclesiale è fondamentale e determinante per la proposta formativa dell’AC.”(Progetto formativo cap.4-pag. 158-162)

Il ritiro si svolgerà

Domenica 18 novembre 2012, dalle ore 9.30 alle ore 17.00 circa,

presso  i locali del Seminario Arcivescovile di Fermo,

e permetterà di vivere unitariamente l’intera giornata.

Il contributo richiesto è di:

           € 7,00 per chi provvederà da sé al pranzo;

           € 15,00 per chi vorrà usufruire del pasto preparato dalla cucina del Seminario.

 Per motivi organizzativi, le adesioni dovranno pervenire entro il

13 Novembre 2012, presso la Segreteria diocesana

Specificando:

·         il settore d’appartenenza;

·         la volontà di usufruire del servizio pranzo;

·         la presenza di bambini, affinché possiamo predisporre un servizio di baby-sitting.

 Un abbraccio nel Signore.

Vi aspettiamo

 L’equipe adulti e  l’equipe giovani

Rinvio convocazione responsabili al 5 novembre 2012

Ai responsabili educativi e agli educatori giovanissimi
e p.c.   ai responsabili associativi settore giovani
ai Presidenti parrocchiali
al consiglio diocesano

Carissimi,

in questo momento ricco di entusiasmo e di iniziative all’inizio dell’anno associativo, abbiamo notato l’imprevista sovrapposizione della prossima convocazione dei responsabili giovanissimi di lunedì 22 ottobre con l’intervento del prof. Luigi Alici a Villa Nazareth sul Concilio.

Tenendo in considerazione la particolare attenzione che come Settore Giovani in questo anno stiamo dando alla valorizzazzione dei documenti conciliari e del Concilio a cinquanta anni dall’inizio dei lavori conciliari, vogliamo sostenere la partecipazione all’evento di

lunedì 22 ottobre, alle ore 21.00,

presso l’auditorium “don Armando Marziali” a Villa Nazareth, dove il prof. Luigi Alici interverrà su: “I laici nella Chiesa a cinquant’anni dal Concilio”.

Perciò, rimandiamo il confronto sull’itinerario annuale e l’avvio della preparazione in vista del prossimo Ritiro di Avvento del 16 dicembre, e

 convochiamo

 i responsabili educativi e gli educatori dei giovanissimi

lunedì 5 novembre, alle ore 21:15

presso la sede diocesana di AC a Fermo

 Invitiamo i responsabili e gli educatori a sottoporci preventivamente via e-mail eventuali appunti riguardo la proposta dell’itinerario annuale dei giovanissimi al fine di agevolare il lavoro dell’equipe. Inoltre, nell’intenzione di chiudere l’incontro per le ore 23:15, raccomandiamo sempre la massima puntualità.

L’equipe diocesana del Settore Giovani